In vetrina

 

User comments

Avvicinandoci alla Festa della Santa Pasqua, abbiamo pensato di illustrare bene una icona che la celebra in modo molto dettagliato. L’icona (n. 162 – sez. icone lignee) riproduce, infatti, la discesa di Cristo agli Inferi e la sua Resurrezione.

Questa iconografia è il prodotto tipicamente russo di una lenta trasformazione: inizialmente,infatti, la Resurrezione di Cristo veniva solo evocata dalle donne mirofore al sepolcro. Nella chiesa di Santa Maria Antiqua a Roma si trova un affresco del primo dipinto che si conosca con la raffigurazione della discesa agli inferi di Cristo, datato agli inizi dell’VIII secolo.

Nel XVI secolo si diffonde in Russia la doppia raffigurazione esemplificata dalla nostra icona: Cristo è raffigurato due volte, all’interno di una mandorla celeste decorata da una elegante crisografia. Nella parte inferiore dell’icona Cristo si erge sopra le porte divelte dell’inferno e con la mano destra libera Adamo indicandogli la via verso il paradiso. Seguono Eva, vestita di rosso, ed un’altra donna. Dietro ad Adamo si scorge suo figlio Abele con un agnellino in braccio insieme ad una lunghissima schiera di personaggi. Sono tutti i ‘giusti ‘ dell’Antico Testamento che si dirigono verso il Paradiso. Tutt’intorno, più marginalmente si osservano altre scene. In basso due angeli sospingono i demoni che si affacciano dall’inferno. Sulla destra è raffigurata l’apparizione di Cristo sul lago di Tiberiade.

Al centro in alto, domina la figura di Cristo, nuovamente inscritta in una mandorla identica a quella sottostante, e con la mano destra benedicente. Si erge maestoso sopra il sepolcro vuoto in cui si vede il sudario. Alla sua sinistra, si vedono alcune guardie addormentate mentre alla sua destra schiere di angeli sospingono dei diavoli verdi nell’inferno.

Alla sinistra di Cristo vediamo Pietro chinato sul sepolcro di Cristo, mentre alla sua destra, a partire dall’angolo in alto, sono raffigurate la Crocifssione, l’incredulità di Tommaso, la deposizione nel sepolcro,e poco sotto, un angelo vestito di bianco mostra alla Madre di Dio ad altre due donne che portano il myron il sepolcro di Cristo vuoto.

Esattamente sopra la mandorla, in cima all’icona è raffigurata l’Ascensione di Cristo.

In alto a destra vi è la raffigurazione del paradiso. Vi si accede attraverso un elegante edificio di reminiscenze orientali dal tetto rosso. Dietro una grande porta decorata e dorata si vede uno scenario luminoso e bianco costellato di fiori profumati. Il buon ladrone attende i giusti.

 

 

 

Il prossimo appuntamento a Ponte Milvio  è previsto per domenica 1 Maggio 2016

 

Chi siamo

Imago Lignea nasce nel 1995 per la vendita e il restauro di antiche icone e sculture lignee.
È il risultato di decenni di collezionismo di icone russe, greche, bizantine e balcaniche, di icone russe metalliche e di antiche sculture lignee.

Imago è la traduzione latina della parola greca “eikon” (είκών=immagine) e, nel nome della Galleria e nel titolo del sito, è stata usata quasi a voler fare da ponte tra l’Occidente e l’Oriente, intesi nel senso della divisione dell’Impero Romano, compiutasi alla fine del IV secolo.
Il perché di Lignea è ovvio, anche se, soprattutto negli ultimi anni, le icone russe metalliche, chiamate anche, non sempre in modo appropriato, “icone da viaggio”, hanno incominciato ad avere il loro giusto apprezzamento.

Chiara Belletti con suo padre Piero ritratti nella loro Galleria tra le icone russe

SEDI

In apertura del sito, in alto a sinistra, si può vedere la nota silhouette della Mole Antonelliana: il luogo fisico della nostra Galleria si trovava infatti a Torino, a pochi passi sia dalla Mole sia da Piazza Vittorio. Ora il negozio è ufficialmente chiuso perché Piero si gode una meritata pensione.

Potete ammirare le nostre opere sul sito in questione, nella sezione icone.

Siamo inoltre presenti con una selezione di opere, sempre diverse, ogni prima domenica del mese allo storico Mercato di Antiquariato di Ponte Milvio o la terza domenica del mese a quello di  Villa Glori  a Roma. Orario 8.30-17.30.  E sempre a  Roma apriremo presto un nuovo studio/punto vendita.

Il prossimo appuntamento  a ponte Milvio  è previsto domenica 1 Maggio 2016

LABORATORIO

E’ attivo il laboratorio di restauro di icone e sculture lignee a Roma (zona Cassia – Tomba di Nerone).
Per fissare un appuntamento chiamare il +39  348 791 5105  o scrivere direttamente a:info@imagolignea.it

Per gli affezionati clienti torinesi e non: previo contatto e-mail o telefonico, è ormai collaudata la pratica di spedizione dei pezzi da restaurare a Roma, tramite corriere espresso. Eseguito il lavoro, le opere restaurate saranno rispedite al mittente senza ulteriori costi aggiuntivi.

Le icone da restaurare o da sottoporre alla nostra attenzione possono anche essere consegnate presso il nostro stand a Ponte Milvio o Villa Glori nelle date sempre aggiornate sul nostro sito.

VENDITA, RESTAURO, PERIZIE

Oltre ad occuparci di vendita e restauro delle icone e dei manufatti lignei, eseguiamo valutazioni e perizie di qualità, di valore e di attribuzione di qualsiasi icona in vostro possesso. Questo perchè Chiara, oltre ad essere una valente restauratrice di icone, è anche Perito del Tribunale di Torino e della Camera di Commercio di Roma (ruolo n. 1942).

Chiara Belletti al restauro “in diretta” durante il Mercato Antiquario di Ponte Milvio